gg.PNG
cuervo_png_by_eross_666-d53a194_1462808449019

L'importanza del ringraziamento e del rispetto

173089882701353301057331054543639133919466n

Déi, Demoni, Angeli e qualsiasi altra entità non sono qui per noi. Fare qualsiasi cosa gli costa energia e, qualora la dovessero terminare, smetterebbero di esistere poiché nel mondo astrale se si rimane senza energia si muore. Quindi, prima di chiedere qualsiasi cosa a qualsiasi essere del mondo spirituale pensateci bene. Ponetevi alcune domande come ad esempio:

-Posso farlo da solo?

-E’ davvero necessario interpellare un secondo individuo?


Molti maghi e molte streghe sono convinti che esserlo significa evocare qualche entità e chiedere aiuto a loro. O pregare e così onorare qualche divinità.

Evocare è come telefonare ad una persona, che questa può decidere se rispondere o meno soprattutto perché, in questo caso, chi spende il credito è il ricevente della chiamata.

Ed essere mago o strega significa utilizzare le proprie energie per manipolare gli eventi. Non di certo chiedere favori che, magari, non si è nemmeno in grado di ripagare.


E’ anche vero che alcune entità, come i Goetici per i nuovi adepti, forniscono il loro aiuto fin che i maghi non sono in grado di arrangiarsi con le proprie energie. In questo caso le cose fondamentali sono due: il rispetto e il ringraziamento.

Smettono di fornire il loro aiuto nel momento in cui l’adepto non si impegna a modo per avanzare nel percorso spirituale.


Il rispetto è necessario perché sono entità molto, molto più potenti di noi. Talmente potenti che non compiono rituali perché gli basta il pensiero per manipolare gli eventi e le energie. Loro esistono da sempre, o comunque da molto prima della nascita degli esseri umani. Secondo alcune teorie alcuni di loro, provenienti dalla quarta e la quinta dimensione, hanno creato la specie umana. (Vi invito a leggere "Albori Umani" e "I Piani Astrali").

Il rispetto non è il "leccare il fondo schiena", anche perché a loro questo non piace. Il rispetto è trattarli come maestri e amici. Compagni di viaggio e consiglieri.

Ringraziarli per ciò che fanno per noi, o quello che eventualmente faranno, è una cosa molto apprezzata da parte loro. Una delle cose più semplici è accendere una candela del colore dell’entità e dire qualcosa del tipo: “Questo è un omaggio per te, XXX” e pronunciate il nome, oppure: “Offro questa candela nel tuo nome, XXX, per ringraziarti”. Io inoltre incido nella cera il sigillo dell’entità a cui è destinata.

Un altro modo per ringraziare è accendere un incenso; i profumi sono la prima cosa che arriva nella dimensione astrale, seguiti dai suoni. Anche offrire del cibo è una buona idea, sempre però tenendo conto delle preferenze dell’entità.

Altra cosa molto, molto gradita è sicuramente l’invio dell’energia. Potete visualizzare dell’energia, vi consiglio bianco brillante, che esce da voi e che si dirige verso chi volete ringraziare. Oppure create una sfera di energia, come per creare una forma pensiero, di cui ho già parlato, e poi evocare o chiamare l’entità a cui è diretta, chiedendogli di venire a prenderla, che è un omaggio o un ringraziamento da parte vostra.

Può capitare che alcuni spiriti, come Demoni o Angeli, sono molto indaffarati e sono costretti a inviare dei subordinati al loro posto. Non vi preoccupate se ciò accade: non possono essere ovunque ma gli omaggi arrivano ugualmente a destinazione e vengono lo stesso graditi.

cms-image-000003206cms-image-000003206
DivinitInd