gg.PNG
cuervo_png_by_eross_666-d53a194_1462808449019
12729004_187070618316663_5700456955073264928_n
Entrare in Trance
paper_sheet_PNG7225_1462785194202

Mettetevi in una posizione a voi comoda. Le prime volte consiglio di essere sdraiati, ma occhio a non addormentarvi.

Iniziando dai piedi irrigidite i muscoli per qualche secondo e poi lasciate. Proseguite con le gambe, addome, mani, braccia, petto, collo, viso, testa. Sentite il corpo sempre più pesante.

Iniziate a fare  respiri lunghi e profondi.

-Ispirate per 6 secondi;

-Trattenete il respiro per 5 secondi;

-Espirate per 5 secondi.

La quantità dei secondi dovete sceglierla voi, questa è una “linea guida” a cui far riferimento. NON SFORZATEVI o fare oltre le vostre capacità. Il rischio è di danneggiare il sistema nervoso. Il vostro corpo sa cosa potete sopportare. Ascoltatelo.

Adesso vi consiglio due metodi su come potete procedere:


-Ascensore:

Mentre sentite il corpo sempre più pesante visualizzatevi in un ascensore buio dove, davanti a voi, c’è un numero che può essere 10, 30 o come 50. Scegliete voi. Le prime volte sarebbe preferibile usare un numero alto. Ispirate visualizzando il numero che avete scelto, io userò il “30”. Trattenete il respiro e poi, quando espirate, il “30” diverrà un “29”. E’ normale avere una reale sensazione di star scendendo quando si espira. Fatelo fino ad arrivare allo "0".


-Scale:

Mentre sentite il corpo sempre più pesante visualizzatevi in cima ad una scala, in un luogo buio, e scendetela. Ispirate, trattenete il respiro, espirate. Anche qui è normale avere una reale sensazione di star scendendo quando si espira. Fatelo fino a quando vi sentite totalmente calmi e rilassati.


Lo scopo delle scale e dell’ascensore è il medesimo: non percepire più il corpo. A questo punto dovreste almeno essere in uno stato di rilassamento profondo. Per ottenere la trance possono servire diversi tentativi. Nel caso non siete ancora allo stato di coscienza Theta, provate a lasciarvi “cadere” all’indietro, nel vuoto, respirando come detto prima.


Nello stato di trance ogni suono risulta più fastidioso, quindi cercate di farlo in un posto tranquillo e silenzioso. Ogni “risveglio” brusco può risultare doloroso: può causare mal di testa.

In questo stato potete fare davvero molte cose, tra cui sviluppare i Chakra, provare ad accedere all’astrale o andare in OBE (Out Body Experience). Sbizzarritevi!

Quando avete finito di lavorare in stato di trance iniziate a muovervi piano e senza avere fretta. Ci vorrà forse un po’ perché ritorniate “in voi”.

massaggio-amazzonico-deprivazione-sensoriale
Web agency - Creazione siti web Catania