gg.PNG
cuervo_png_by_eross_666-d53a194_1462808449019
I Chakra

I chakra sono centri energetici posti nel nostro corpo e non, lungo la spina dorsale. Essi governano su varie parti del nostro corpo e ne determinano il funzionamento degli organi. Se un chakra lavora male, anche le parti del

corpo ad esso associati lavoreranno male. I più conosciuti, e i

più importanti, sono sette, ma ne abbiamo anche sulle mani

e sui piedi, spalle e bacini, ai lati del cranio. Più degli altri che

stanno sopra e sotto di noi.

Erroneamente sento dire che meditare su di essi serve per

aprirli. In realtà, i chakra sono già aperti altrimenti saremmo

deceduti da un bel pezzo. Possono essere atrofizzati e deboli,

però mai chiusi. Chakra per chakra li andremo a vedere uno

ad uno.

Ricordo che le posizioni scritte sono indicative: nessuno

ha il chackra allo stesso posto delle altre persone, poiché

la posizione può variare di un po’.


1° Muladhara – Chakra della radice

Posizione: questo chakra è il più basso dei sette, si trova nella parte inferiore del bacino, tra il coccige e il pube.

Colore: rosso.

Elemento: terra.

Frequenze: 396, 99, 297, 261 Hz.

Nota: Do.

Descrizione: influisce sulla stabilità psichica, gli istinti di base, nonché delle facoltà riproduttive e l’istinto di sopravvivenza. Questo chakra assorbe le energie della terra e scarica le tensioni che eccedono durante un rapporto sessuale. Governa sulle ghiandole surrenali, sulla colonna vertebrale e sui genitali.

Problemi: disfunzioni sessuali, malattie sistema nervoso, problemi all’intestino retto, difficoltà riproduttive e circolatorie.

Pietre associate: onice, ematite, diaspro rosso, rubino, occhio di falco, granato, tormalina nera, ossidiana, corallo, ossidiana fiocco di neve.

Erbe associate: tarassaco.

Meditazione: mentre bruciate un incenso o delle erbe sopra citate, tenete tra le mani o più delle pietre associale a questo chakra. Accendete una o più candele del colore di Muladhara. Mentre meditate, vibrate il suo mantra “LAM” e visualizzate l’energia color rosso che entra in questo centro energetico rendendolo più luminoso e potente.


2° Svadhistana – Chakra splenico

Posizione: Svadhistana è posto nella metà inferiore del ventre.

Colore: arancio.

Elemento: acqua.

Frequenze: 417, 104.25, 330, 293 Hz.

Nota: Re.

Descrizione: rappresenta il piacere, la sessualità e il suo desiderio. Conferisce vitalità e positività. Governa sugli organi riproduttivi, le goNadi, le gambe e l’apparato urogenitale.

Problemi: colite, problemi di fertilità, renali, appendicite, disturbi ginecologici.

Pietre associate: angelite, agata corniola, howlite, ammonite, pietra di luna, crisoprasio, magnesite, magnetite, criscolla, legno pietrificato, opale, tigre di ferro, eliotropio, giada

Erbe associate: gardenia, legno di sandalo, calendula.

Meditazione: mentre bruciate un incenso o delle erbe sopra citate, tenete tra le mani o più delle pietre associale a questo chakra. Accendete una o più candele del colore di Svadhistana. Mentre meditate, vibrate il suo mantra “VAM” e visualizzate l’energia color arancio che entra in questo centro energetico rendendolo più luminoso e potente.


3° Manipura – Chakra del plesso solare

Posizione: si trova nella metà superiore del ventre, circa all’altezza dell’ombelico.

Colore: giallo.

Elemento: fuoco.

Frequenze: 528, 132, 363, 329 Hz.

Nota: Mi.

Descrizione: conferisce la capacità di agire energicamente, da l’autostima personale e la volontà. Controlla la paura, il potere e la forza. Governa sul fegato, la cistifella, il pancreas e lo stomaco.

Problemi: disturbi di natura digestiva e metabolica, milza, fegato, confusione o pazzia, ghiandole surrenali.

Pietre associate: quarzo rutilato, pietra del sole, aragonite, blenda, malachite, pirite, occhio di tigre, calcite arancio, ambra, topazio, citrino, malachite-azzurrite, andalusite, diaspro giallo.

Erbe associate: rosmarino, lavanda, bergamotto.

Meditazione: mentre bruciate un incenso o delle erbe sopra citate, tenete tra le mani o più delle pietre associale a questo chakra. Accendete una o più candele del colore di Manipura. Mentre meditate, vibrate il suo mantra “RAM” e visualizzate l’energia color giallo che entra in questo centro energetico rendendolo più luminoso e potente.


4° Anahata – Chakra del cuore

Posizione: questo chakra si trova nel petto.

Colore: verde, rosa.

Elemento: aria.

Frequenze: 639, 159.75, 396, 349 Hz.

Nota: Fa.

Descrizione: controlla la capacità di amare, le emozioni, la fiducia, la solidarietà e la pace. Governa sul cuore, il timo, i polmoni e l’apparato circolatorio.

Problemi: malattie e disturbi cardiocircolatori, pressione arteriosa, problemi polmonari (asma, allergie, ecc…), disturbi del sonno.

Pietre associate: diopasio, quarzo rosa, olivina, kunzite, rondite, tormalina rosa e verde, rodocrosite

Erbe associate: gelsomino, origano, pepe rosso, biancospino, basilico.

Meditazione: mentre bruciate un incenso o delle erbe sopra citate, tenete tra le mani o più delle pietre associale a questo chakra. Accendete una o più candele del colore di Anahata. Mentre meditate, vibrate il suo mantra “YAM” e visualizzate l’energia color verde che entra in questo centro energetico rendendolo più luminoso e potente.


5° Vishuddha – Chakra della gola

Posizione: lo troviamo a livello delle clavicole, nella metà inferiore del collo.

Colore: azzurro

Elemento: etere – akasha.

Frequenze: 741, 185.25, 429, 392 Hz.

Nota: Sol.

Descrizione: dona la creatività, la comunicazione e la capacità di rapportarsi con gli altri, la responsabilità. Una persona associale deve sicuramente lavorare su questo chakra. Gli artisti hanno questo centro energetico ben sviluppato. Rappresenta la connessione con il mondo astrale. Governa la tiroide, la gola, i polmoni, l’apparato digestivo e le braccia.

Problemi: malattie e disturbi della gola, mascella, tiroide, laringe, tonsille, timo, l'incapacità di dire sì o no alle opportunità offerte dalla vita.

Pietre associate: calcedonio, acquamarina, labradorite, turchese, larimar, solidate, calcite verde e blu, celestina, tormalina blu indicolite, lapislazzuli, criscolla, topazio blu

Erbe associate: melissa, trifoglio rosso, salvia, menta piperita.

Meditazione: mentre bruciate un incenso o delle erbe sopra citate, tenete tra le mani o più delle pietre associale a questo chakra. Accendete una o più candele del colore di Vishudda. Mentre meditate, vibrate il suo mantra “HAM” e visualizzate l’energia color azzurro che entra in questo centro energetico rendendolo più luminoso e potente.


6° Anja – Chakra del terzo occhio

Posizione: si trova sulla nuca, al centro. Da non confondere con il terzo occhio, sul davanti, e la ghiandola pineale. Questi tre sono collegati ma non sono la medesima cosa.

Colore: indaco.

Elemento: mente spazio

Frequenze: 852, 213, 462, 440 Hz.

Nota: La.

Descrizione: è la mente tattica, fiducia in se stessi, dona la volontà, il controllo del pensiero e la coscienza interiore. Collegato con gli occhi, nel caso di deficit visivo è probabile che questo chakra sia atrofizzato. Governa gli occhi, l’ipofisi, il cervello inferiore, la spina dorsale, le orecchie e il naso. Se sviluppato a modo conferisce la visione astrale, nonché la capacità di vedere le energie, gli spiriti, le auree e le entità. Conferisce anche la chiaroveggenza.

Problemi: malattie e disturbi ghiandolari o endocrini, squilibri ormonali, problemi di crescita e sviluppo, carenza visiva.

Pietre associate: sugilite, ametista, fluorite, azzurrite, lepidolite.

Erbe associate: lavanda, menta, papavero, gelsomino, rosmarino.

Meditazione: mentre bruciate un incenso o delle erbe sopra citate, tenete tra le mani o più delle pietre associale a questo chakra. Accendete una o più candele del colore di Anja. Mentre meditate, vibrate il suo mantra “TOT” e visualizzate l’energia color indaco che entra in questo centro energetico rendendolo più luminoso e potente.


7° Sahasrara – Chakra della corona

Posizione: questo chakra è posto esattamente sopra il cranio, al centro.

Colore: viola.

Elemento: coscienza spazio.

Frequenze: 963, 240, 495, 493 Hz.

Nota: Si.

Descrizione: sviluppa il pensiero strategico, l’autorealizzazione e il senso individuale. La consapevolezza dell’unità, l’intuizione profonda, la saggezza, l’amore illimitato e l’unione con l’universo. Sviluppato questo chakra si acquisiscono conoscenze divine, una padronanza totale del proprio corpo e di ciò che ci circonda. Governa sul cervello superiore e l’epifisi.

Problemi: malattie e disturbi sistema immunitario, neoplasie, problemi ossei, dissociazione psichica, disturbi collegati all'epifisi, schizofrenia, depressioni, cefalee, squilibri di qualsiasi genere.

Pietre associate: quarzo elestiale, diamante, calcite trasparente, fluorite, diamantino di herkimer, quarzo ialino, selenite, apofillite, cristallo di rocca, quarzo latteo.

Erbe associate: Fiori di lavanda e loto.

Meditazione: mentre bruciate un incenso o delle erbe sopra citate, tenete tra le mani o più delle pietre associale a questo chakra. Accendete una o più candele del colore di Sahastara. Mentre meditate visualizzate l’energia color viola che entra in questo centro energetico rendendolo più luminoso e potente.

15433774_220324825086784_8542738005768460666_n
chakra_1466594411198
Dévera Blackmind